Progetto di stage

Convenzione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia

L’associazione senza fini di lucro Orto dei Sogni di Milano, che dal 2012 promuove il Programma di soggiorno di recupero per i bambini di Fukushima, vittime del Grande Terremoto del Tohoku (11 marzo 2011), Casa Orto: la nostra casa italiana, ha introdotto nel febbraio 2015 un Progetto di stage in Convenzione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia con lo scopo di consolidare ulteriormente la gestione del soggiorno e lo scambio culturale tra il Giappone e l’Italia.

Il Progetto è rivolto agli universitari che studiano la lingua giapponese presso il Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, la prestigiosa Facoltà che rappresenta un fondamentale riferimento italiano per gli studi sull’estremo oriente. L’impegno dello stage si sviluppa in un periodo di un’anno: dall’1 aprile al 31 marzo dell’anno successivo, inclusa anche la fase di preparativi e sistemazione del pre e post soggiorno. Dopo questo periodo di stage è prevista la concessione di crediti universitari secondo la valutazione congiunta da parte di Orto dei Sogni e dell’Università.

Durante il soggiorno estivo di un mese in Italia previsto dal Programma, gli stagisti saranno quotidianamente a stretto contatto con i bambini ospiti:non solo potranno approfondire lingua e cultura attraverso le varie attività previste, ma, lavorando come volontari, avranno anche l’opportunità di dare un contributo sociale. Orto dei Sogni apprezza molto la capacità di comunicazione e la curiosità degli studenti che studiano la lingua giapponese, così come la dinamicità, le ispirazioni e le idee originali tipiche dei giovani, per cui considera questo Progetto un’opportunità speciale.

Nel 2016 il Progetto ha coinvolto cinque stagisti selezionati sulla base del curriculum e di un colloquio individuale con i rappresentanti di Orto dei Sogni. Per l’edizione 2017 attendiamo due dinamici statisti.

Introduzione del Progetto di stage 2017 e

la modalità di presentare la domanda